DRIWE SCELTA COME PARTNER DEL PROGETTO IRENGO

Competenza e qualità.
Questi i valori chiave che hanno portato IREN, importante utility energetica nazionale, ad affidare ben due gare del progetto di E-mobility IRENGO ad una associazione di tre imprese italiane che vede DriWe rivestire il ruolo di esperto tecnologico ormai riconosciuto nel settore della nuova era della mobilità elettrica.
I cantieri sono già avviati e vedranno nei prossimi mesi la realizzazione chiavi in mano, e la relativa manutenzione nei prossimi anni, di soluzioni hardware e software presso i siti direzionali ed industriali di IREN Energia e presso i clienti di IREN Mercato, per diverse centinaia di installazioni già pianificate.

Lo sviluppo di questo progetto conferma la direzione green presa dall’Italia che insegue, attraverso investimenti privati, gli obiettivi che all’estero spesso sono già raggiunti e che segnano in maniera chiara il futuro anche del nostro Paese. Un aspetto interessante degno di nota è che nelle prime gare di queste dimensioni possiamo osservare la ricerca non solo dell’aspetto economico ma soprattutto dell’affidabilità dei servizi e della capacità di integrazione con i sistemi esistenti in azienda, nonchè l’attitudine ad anticipare ed implementare le evoluzioni tecnologiche prossime future.
Questa tendenza rispecchia a pieno la mission di DriWe che, da diversi anni, sta portando il tema della mobilità sostenibile all’attenzione di target sia privati che pubblici, raccogliendo importanti consensi da pressochè tutti gli stakeholders del settore.

La presentazione della linea di sviluppo e-mobility IrenGo si colloca all’interno delle quattro linee strategiche portanti del Gruppo Iren, ovvero innovazione trasversale, sensibilità ambientale, investimenti a valore aggiunto e centralità del cliente-cittadino. L’obiettivo ambizioso è quello di introdurre 150 mezzi green nel prossimo biennio per arrivare all’introduzione in flotta di 400 veicoli elettrici di ultima generazione da utilizzare per le attività operative nei territori di presenza, mentre il settore ambientale sarà interessato dall’acquisto di 360 mezzi elettrici leggeri dedicati ai servizi di igiene del suolo e di raccolta rifiuti che andranno ad aggiungersi ai 90 già presenti in flotta per un totale di 320 mezzi elettrici operativi al 2022.
Per la mobilità dei dipendenti del gruppo è inoltre già in fase di attivazione un servizio di car pooling con 25 city car elettriche che sarà affiancato dall’introduzione di 22 e-bike collocate presso le principali sedi aziendali. L’obiettivo del Gruppo Iren tuttavia è molto più ambizioso e rivolge il suo sguardo anche ai cittadini: ecco così che le stazioni e-bike collocate nelle principali sede aziendali, verranno poste anche nei centri nevralgici delle città in cui Iren è presente. Bici ma non solo, anche scooter a zero emissioni per una rete di ricarica capillare in grado di creare una struttura funzionale all’evoluzione in atto.
Un progetto che, davvero, guarda al futuro con l’intento di costruirlo e di renderlo concreta possibilità per tutti. DriWe è orgogliosa di farne parte contribuendo a cambiare il volto della mobilità e accelerando il processo di elettrificazione di questo settore.